17 gennaio 2017

17 gennaio 2017- Ancora a proposito dei giovani e della loro ansia di successo. Non avendo orecchi per chi, più esperto, li avvisa: si lasciano incantare dalle facili sirene. E, soprattutto in questa città “eterna”, le sirene si sono decuplicate e , se pure il loro canto è stonato, ancora seducono. La faccenda dolorosa è che la società  odierna, per sentirsi in qualche modo viva e attiva,  si dispone ai consumi facili : che incenerisce assai presto per passare ad altri arbusti e arbustelli . Il tutto è notevolmente peggiorato dal gruppuscolo dei mediocri e mediocrissimi che scelgono e chiamano senza discernimento, solo bisognosi di giustificare e promuovere la loro stessa presenza.

Nei decenni passati, quando la mediocrità dei promotori era meno prorompente, ho visto finire nel nulla  molti e moltissimi, fra cui  anche  persone di talento: in cerca  di immediati successi, disposti a tutti i richiami,  si sono spesi subito e interamente. Dei più  resta nella memoria qualche nome, di altri sono  tuttora evidenti la delusione e il rancore.  Ma, vale ricordarlo,  l’ambizione vera , quella che porta a esiti durevoli, è umile e ha passi lenti. Soprattutto ha consapevolezza dei propri strumenti e sa figurarsi gli strumenti che occorrono per ottenere  giuste attenzioni e  veri esiti.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *